Antares Tutela di Vincenzo Corradi – Privacy e Videosorveglianza criptata

Via B.Buozzi, 7/a 20832 Desio (MB)

Tel.: 0362.1731318

corradi@garantedelfile.it 

www.antarestutela.it

Categorie

Videosorveglianza Criptata – Adeguamento GDPR UE 2016/679 – Privacy

Voto dei clienti
5/5

La missione è quella di spingere le Autorità competenti ad autorizzare l’adozione di una speciale tecnologia ideata e realizzata in Italia ed in grado di permettere alle Forze dell’Ordine e solo ad esse di visionare le immagini di un possibile abuso, fisico o verbale, commesso sul minore in un Asilo o Scuola materna. Questo avviene senza che possano essere infranti i diritti alla riservatezza (Art.4 L.300/70 dello Statito dei in Lavoratori in tema di divieto del controllo a distanza) delle educatrici impegnate nella loro mansione ed a maggior ragione nel rispetto delle norme che vietano la pubblicazione di immagini ritraenti i minori.

Questa idea è già stata valutata positivamente ed approvata dal Ministero del Lavoro nella sezione dedicata alle Attività Ispettive non costituendo un controllo a distanza delle educatrici (le immagini non sono visibili da alcuno sino a che una DENUNCIA non attivi le Forze dell’Ordine le quali solo in tale caso potranno verificare immediatamente la veridicità delle accuse e subito provvedere) ed è da un anno al vaglio dell’Autorità Garante per la Protezione dei Dati Personali perché sottoscriva ufficialmente ciò che ha già dichiarato, ovvero che in questi termini il minore trae solo vantaggi.

E’ importante sottolineare che tutti quegli Asili che sempre più diffusamente si stanno dotando di Web Cam con visione riservata ai Genitori violano tutte le Norme e Leggi esistenti in materia, oltre a quelle del buon senso. Il fatto che una persona sia genitore non impedisce che possa essere affetto da deviazioni e tutti i genitori vedono tutti i bambini oltre che le educatrici, attuando così un illecito controllo a distanza del lavoratore.

Questa tecnologia è stata oggetto di DDL passato alla Camera nell’ottobre 2016 e poi arenatosi al Senato. E’ in progetto una sua riedizione nel nuovo Parlamento.

Il regolamento generale sulla protezione dei dati (in inglese General Data Protection Regulation), ufficialmente regolamento (UE) n. 2016/679 e meglio noto con la sigla GDPR, è un regolamento dell’Unione europea in materia di trattamento dei dati personali e di privacy, adottato il 27 aprile 2016, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Europea il 4 maggio 2016 ed entrato in vigore il 25 maggio dello stesso anno ed operativo a partire dal 25 maggio 2018.

Con questo regolamento, la Commissione europea si propone come obiettivi quello di rafforzare la protezione dei dati personali di cittadini dell’Unione europea e dei residenti nell’Unione europea, sia all’interno che all’esterno dei confini dell’Unione europea (UE), restituendo ai cittadini il controllo dei propri dati personali, semplificando il contesto normativo che riguarda gli affari internazionali, unificando e rendendo omogenea la normativa privacy dentro l’UE.[1]

Il testo affronta anche il tema dell’esportazione di dati personali al di fuori dell’UE e obbliga tutti i titolari del trattamento dei dati (anche con sede legale fuori dall’Unione europea) che trattano dati di residenti nell’Unione europea ad osservare e adempiere agli obblighi previsti.

Dalla sua entrata in vigore, il GDPR ha sostituito i contenuti della direttiva sulla protezione dei dati (Direttiva 95/46/CE) e, in Italia, ha abrogato gli articoli del codice per la protezione dei dati personali (d. lgs. n. 196/2003) con esso incompatibili.

Fonte Wikipedia

Questo Fornitore offre  interessanti sconti a tutti i Titolari tesserati “BabyMaps.it”. Sia sulla stesura e manuale per la Privacy (GDPR), che sugli impianti di Videosorveglianza Criptata! Scrivici per informazioni sul tesseramento! 😀